top of page
sciamano-copertina.webp

I mille volti dello Sciamano

"Cogliere di un libro il senso e dell’autore la weltanschauung è un’operazione estremamente complessa. Riflettendo sul titolo “Alla ricerca dell'Io sottile. I mille volti dello sciamano” scelto da David Bellatalla per il suo libro, credo di aver individuato la mirabile sintesi dello spirito che ha animato le sue ricerche dall’Eurasia all’Australia, nei luoghi più remoti, raggiunti, con i mezzi disponibili più vari: arei, treni, camion, automobili, motociclette, biciclette o a dorso di mulo o di renna e soprattutto a piedi. Lo scopo era e rimane quello di testimoniare attraverso accurate etnografie ciò che, col venir meno delle tradizioni, rimane in vita delle antiche pratiche sciamaniche. Per quanto riguarda la scelta del sottotitolo “I Mille Volti dello Sciamano” mi piace azzardare l’ipotesi che esso sia stato suggerito a Bellatalla in seguito alla visione degli artefatti sciamanici della Fondazione Sergio Poggianella e dopo l’esame in loco di due pubblicazioni, nelle quali una parte di questi paraphernalia risulta esser stata messa a confronto con alcuni capolavori di Kandinsky. I due cataloghi si riferiscono alla mostra “Kandinsky l’artista come sciamano” organizzata a Vercelli nel 2014 e a quella di “Wassily Kandinsky. Everything starts from a dot”, itinerante in Brasile tra la fine del 2014 e il 2015..."

Questo è l'inizio della prefazione scritta da Sergio Poggianella per il libro di David Bellatalla sullo sciamanesimo. Potete trovare l'articolo completo sul sito di Montura.

image.png
Logo-Montura1_edited.png
bottom of page